All fields are required.

Close Appointment form

Igiene orale domestica: che cosa non può mancare

Igiene orale domestica: che cosa non può mancare
Igiene orale domestica: che cosa non può mancare

Sin da piccoli si sente spesso pronunciare da genitori e nonni, a ridosso dei pasti e prima di andare a dormire, la comune frase “hai già lavato i denti?”.

Inutile negarlo: specie in età infantile e adolescenziale, il lavaggio dei denti è considerato un atto noioso da compiere più volte nel corso della giornata. Eppure, quello che in molti non sanno o spesso sottovalutano, è che un’igiene orale domestica svolta in maniera corretta e puntuale è di grande importanza per il benessere di tutto il corpo!

Una bocca sana e curata è una preziosa alleata dello stato di salute del fisico. Specialmente nel periodo storico come quello che stiamo vivendo, non vogliamo certo farne a meno. Pochi minuti, ben spesi, possono fare la differenza.

Sono sufficienti poche azioni, portate a termine con attenzione, per prevenire l’insorgenza di problematiche più gravi legate a denti e gengive. Tra le più comuni non potrei certo evitare di citare carie, gengivite, parodontite (piorrea).

Ecco per te tutti i miei consigli e suggerimenti per una corretta igiene orale domestica. Sei pronto a scoprirli?

 

Igiene orale domestica: di che cosa si tratta

Prima di presentarti come svolgere in modo preciso e puntuale una corretta igiene orale domestica, è mio compito aiutarti a comprendere di che cosa si tratta, nel dettaglio.

Quando mi rivolgo ai pazienti illustrando l’igiene orale, includo nella spiegazione tutte le manovre necessarie che andrebbero eseguite a casa oppure negli ambienti di lavoro in concomitanza dei pasti, utili a garantire lo stato di salute del cavo orale.

Come ho anticipato nell’introduzione di questo articolo, si tratta di pochi minuti della giornata, ben investiti per prevenire l’insorgenza di carie, disturbi gengivali e infezioni batteriche del cavo orale.

È possibile che tu ti stia chiedendo, a questo punto, come mantenere la tua bocca sana e curata. La prima importante attività da svolgere con attenzione riguarda il corretto spazzolamento delle superfici dentali esterne, interne ed occlusali.

Questo è possibile grazie all’utilizzo di tutti gli strumenti a disposizione, importantissimi per migliorarne l’efficacia e per la pulizia di aree specifiche altrimenti non raggiungibili.

 

Perché è così importante?

Sia in fase di conoscenza che durante un percorso più lungo con i pazienti, pongo molta attenzione alla spiegazione su come svolgere un’igiene orale in modo corretto.

Questo perché è possibile ridurre ed eliminare i depositi di placca dentale, evitando la formazione di una specie di pellicola composta da batteri e residui di cibo che si deposita e aderisce alle superfici dentali. La placca dentale non è certamente una buona compagna per lo stato di salute della bocca: insinuandosi negli spazi presenti tra due denti – anche se non visibili a occhio nudo, ci sono- e nei solchi delle gengive essa si solidifica rapidamente, formando il tartaro e portando con sé spiacevoli problematiche.

La risposta alla domanda perché l’igiene orale domestica è così importante? Non può che essere semplice: in combinazione con le sedute di igiene orale professionale, per cui valuteremo insieme la frequenza necessaria al tuo caso specifico, consente di contrastare la proliferazione batterica, prevenendo la formazione di placca e tartaro, riducendo il rischio di carie ma anche di irritazioni gengivali e complicazioni parodontali.

 

Gli alleati dell’igiene orale

Bene, ora che hai scoperto perché è importante svolgere l’igiene orale in modo preciso e puntale, non mi resta che presentarti gli strumenti necessari a rendere tutto questo possibile.

  1. Lo spazzolino. Lo Strumento con la S maiuscola per una buona igiene orale perché rimuove in modo meccanico i residui di cibo e di placca batterica. Nel corso degli anni, i pazienti mi hanno spesso chiesto se fosse meglio utilizzare uno spazzolino elettrico oppure uno spazzolino tradizionale. La risposta è fornita proprio dal Ministero della Salute nelle Linee guida nazionali per la promozione della salute orale e la prevenzione delle patologie orali in età adulta. L’uso quotidiano dello spazzolino elettrico è migliore rispetto al manuale.  Al fine di supportare i pazienti nell’utilizzo corretto dello strumento, presso gli studi dentistici di Roma e Frosinone effettuiamo test drive dedicati. Nessun paziente è escluso.
  2. Il dentifricio. Fedele compagno di battaglia dello spazzolino, intensifica il processo di pulizia appena iniziato. È fondamentale per detergere e favorire l’asportazione della placca residua. Attenzione: è sufficiente l’utilizzo di una modesta quantità di dentifricio senza esagerare con le dosi! Attualmente in commercio ne esistono differenti tipologie. Tra le più utilizzate: il dentifricio al fluoro, per la rimineralizzazione dei denti; il dentifricio antiplacca, dall’azione antibatterica, quello antitartaro le cui sostanze presenti ostacolano la formazione del tartaro senza però eliminare quello già presente che andrà rimosso con una seduta di igiene professionale; il dentifricio sensibilizzante per una parziale azione protettiva sui denti sensibili al caldo e al freddo.
  3. Il filo interdentale, utilizzato anche nei nostri studi dentistici di Roma e Frosinone per pulire gli spazi tra un dente e l’altro. Lo si avvolge intorno al dito medio di entrambe le mani, lo si inserisce tra un dente e l’altro con un movimento controllato fino a superare il punto di contatto tra i denti per non traumatizzare la gengiva.

 

Una corretta igiene orale è importante, in ottica di prevenzione. Ti permetterà di risolvere il problema ancora prima che si manifesti.

Vuoi sapere di più? Contatta il nostro studio dentistico, per prenotare il primo appuntamento. Il nostro personale sarà felice di fornirti tutte le informazioni necessarie sulla corretta igiene orale.

  • Share This

About the author

Mi chiamo Federico Emiliani, sono un dentista. Mi sono laureato a Roma nel 2009 in Odontoiatria e Protesi Dentaria, e da allora svolgo la mia professione nel mio studio. Nel 2013 ho poi fondato una seconda attività, lo studio odontoiatrico associato e-Smile a Frosinone, progetto di cui vado molto fiero, insieme al mio amico e collega Dott. Domenico Crescenzi. Ho collaborato in passato in diversi studi di Roma e d’Italia, fino a dedicarmi poi esclusivamente alle mie attività. Alla fine del 2017 ho deciso di ingrandire il mio studio di Roma, prendere un locale più grande, chiamare i migliori professionisti del settore per formare insieme un nuovo grande team d’eccellenza. Ad oggi posso dire di aver investito molto per i miei pazienti. Nei miei studi ogni anno le metodiche si aggiornano, diventando sempre più efficaci e veloci, e meno invasive.

Related Posts

Prenota una visita