All fields are required.

Close Appointment form

Implantologia dentale: tutto ciò che c’è da sapere

Implantologia dentale: tutto ciò che c’è da sapere
Implantologia dentale: tutto ciò che c’è da sapere

L’implantologia dentale permette di sostituire uno o più elementi dentari persi con “radici artificiali” in titanio le quali, mediante un processo biologico, consentono l’applicazione di una protesi fissa.

 

L’implantologia dentale consiste nell’applicazione di una piccola vite in titanio che viene progettata per sostituire la radice di un dente naturale che è venuto a mancare. Viene quindi inserito nell’osso in cui prima c’erano i denti naturali.

Gli impianti, costituiti solitamente da materiale di tipo metallico, sono composti sostanzialmente da tre elementi:

  • La vita endossea, che mima di fatto la funzione della radice del dente andato perso;
  • L’abutment, che funge da raccordo tra la vite e la protesi che andrà a sostituire il dente;
  • La protesi dentaria, che serve per sostituire il dente andato perso. Può essere costituita da diversi materiali che possono essere rivestiti da ceramica o da materiali resinosi.

Gli impianti dentali si integrano perfettamente con l’osso e diventano un buon punto di ancoraggio per il dente sostitutivo, grazie alla biocompatibilità del titanio.

Come sostituire un dente mancante?

Ci sono tre modalità di trattamento per sostituire un dente singolo: protesi, ponte e impianto. Eccoli uno per uno:

  1. Protesi dentale parziale rimovibile: si tratta di protesi definite ad appoggio mucoso. In questi casi, infatti, la protesi appoggia sui tessuti molli del cavo orale senza essere ancorata in modo fisso e, pertanto, può essere facilmente rimossa.
  2. Ponte dentale sui due denti contigui limati: la protesi in questo caso risulta adesa strettamente ai denti che costituiscono i cosiddetti elementi pilastro del ponte.
  3. Impianto dentale che fornisce il supporto per una corona fissa in ceramica. Solitamente la corona protesica viene avvitata sull’impianto, ciò permette ovviamente di poter far rimuovere facilmente, da parte del dentista, la protesi in caso di manutenzione o necessità varie.

Una volta le prime due soluzioni erano quelle più utilizzate, invece ora sono state sostituite nella maggior parte dei casi dall’implantologia.

La mancanza di diversi denti può essere invece risolta posizionando alcuni impianti dentali in punti strategici in maniera tale che si trasformino in pilastri necessari alla realizzazione di un ponte dentale fisso. Tale metodica permette di ridurre i costi del trattamento in quanto limita il numero degli impianti dentali da inserire.

Se siete perciò interessati ad una visita specialistica, o semplicemente per maggiori informazioni, non esitate a contattare lo Studio Dentistico Dott. Emiliani, cliccando qui!

  • Share This

About the author

Mi chiamo Federico Emiliani, sono un dentista. Mi sono laureato a Roma nel 2009 in Odontoiatria e Protesi Dentaria, e da allora svolgo la mia professione nel mio studio. Nel 2013 ho poi fondato una seconda attività, lo studio odontoiatrico associato e-Smile a Frosinone, progetto di cui vado molto fiero, insieme al mio amico e collega Dott. Domenico Crescenzi. Ho collaborato in passato in diversi studi di Roma e d’Italia, fino a dedicarmi poi esclusivamente alle mie attività. Alla fine del 2017 ho deciso di ingrandire il mio studio di Roma, prendere un locale più grande, chiamare i migliori professionisti del settore per formare insieme un nuovo grande team d’eccellenza. Ad oggi posso dire di aver investito molto per i miei pazienti. Nei miei studi ogni anno le metodiche si aggiornano, diventando sempre più efficaci e veloci, e meno invasive.

Related Posts

Prenota una visita