All fields are required.

Close Appointment form

Lumy-Smile

PRIMA FASE – ESAME LUMY-SMILE

ANALISI DELLA QUALITÀ E QUANTITÀ DELLO SMALTO NATURALE

Grazie a un esame diagnostico che si basa sul meccanismo della transilluminazione dello smalto dentale – che utilizziamo per il nostro approccio Lumy-Smile – è possibile analizzare lo stato di salute dei tuoi denti. Una speciale telecamera, collegata ad un sensore a luci led, consente di ottenere delle immagini dei denti come queste:

Questo esame si basa sull’acquisizione di immagini video e fotografiche, pertanto è innocuo, indolore, e non sottopone a nessuna esposizione aggiuntiva ai RAGGI X, oltre quelli normalmente utilizzati, quando necessario, per eseguire diagnosi. Ci consente di scovare carie nascoste, che spesso sono difficili da trovare quando sono in fase iniziale, o quando si trovano tra un dente e l’altro, spesso difficili da vedere bene anche nelle radiografie. Quando l’immagine svela degli aloni neri nel contesto dello smalto più chiaro, viene rilevata l’oggettiva presenza di una carie. In questo caso il nostro intervento potrà essere rapido e risolvere in maniera efficace e mininvasiva il problema.

Altre volte invece i denti possono arrivare alla nostra osservazione molto più rovinati, non solo con piccole carie, ma letteralmente distrutti. Qui di seguito puoi vedere alcuni esempi:

In questi casi la nostra analisi non è mirata ad evidenziare la carie, che già si presenta in maniera molto evidente, ma utilizziamo la transilluminazione per misurare quanto smalto residuo sano è rimasto sui denti distrutti. Lo smalto è lo strato esterno che riveste le corone dei nostri denti. Si tratta di un tessuto molto duro, ricco di calcio, molto resistente. Durante questa analisi verifichiamo se quel poco smalto residuo è privo di carie secondarie al suo interno, se ha una struttura non contaminata da batteri, e presenta uno spessore adeguato per poter essere trattato.

Lo smalto verrà poi reso disponibile per l’adesione di restauri costruiti, in una fase successiva, in laboratorio, come illustriamo più avanti in questa pagina.

SECONDA FASE – MENO ESTRAZIONI, RISPETTO DELLA BIOLOGIA

IL NOSTRO OBIETTIVO È RECUPERARE I TUOI DENTI NATURALI

Dopo aver eseguito tale valutazione ti comunicheremo la soluzione adatta a te e ai tuoi desideri, nel rispetto della biologia dei tuoi denti. In molti casi i denti rovinati possono essere recuperati, a partire dallo smalto naturale, evitando così di ricorrere a terapie più lunghe e complesse come le estrazioni e i successivi impianti o le capsule (corone).

Le soluzioni che proponiamo sono studiate su misura per te. Il nostro obiettivo è ripristinare la struttura del dente naturale e la sua estetica, permettendoti di masticare e sorridere.

TERZA FASE – RECUPERO MINI-INVASIVO

RICOSTRUZIONE SELETTIVA DELLE PORZIONI DISTRUTTE DEI DENTI, CON METODICHE ADESIVE

Lo smalto residuo di un dente distrutto viene a questo punto trattato con moderne metodiche ricostruttive mini-invasive, con lo scopo di preservare e rinforzare la struttura sana rimasta. La porzione di dente recuperata fungerà da base per un restauro della porzione mancante che verrà realizzato in laboratorio con materiali metal-free (ceramica, compositi, disilicato di litio).

QUARTA FASE – DENTI NUOVI

RESTAURI DURATURI NEL PIENO RISPETTO DELLA BIOLOGIA NATURALE DEI DENTI

Nelle immagini puoi vedere la finalizzazione del metodo con la realizzazione di un restauro realizzato dal nostro laboratorio, che prende il nome di intarsio. L’intarsio viene cementato direttamente sulla base ricostruita del dente del paziente. Questa tecnica non necessità l’uso di perni in fibra, in metallo o perni moncone, in quanto tutto lo smalto residuo del dente viene preservato, ed è tutto ciò di cui ha bisogno un restauro come questo per aderire in maniera perfetta e duratura al dente naturale.

Federico Emiliani - miodottore.it

Federico Emiliani - miodottore.it